Il nostro obiettivo

Il progetto Work4Integration mira ad aumentare l’inclusione lavorativa e a migliorare le condizioni di lavoro dei migranti. Grazie all’accompagnamento per l’uso di nuove strategie e modalità per la ricerca del lavoro, vogliamo dare loro nuove opportunità di rafforzare la loro autonomia in modo che possano sottrarsi al mercato del lavoro nero e allo sfruttamento di posizioni lavorative precarie e non riconosciute.

La crisi economica globale degli ultimi anni ha colpito duramente anche l’Italia, dove tra il 2010 e il 2014 il tasso di occupazione nazionale è diminuito del 5,5% (dal 68,1% al 62,6%). Per i lavoratori stranieri la situazione è ancora più difficile, perchè trovano occupazioni quasi sempre solo poco qualificate e a basso costo, mansioni spesso rifiutate o abbandonate dagli italiani. Questo vale soprattutto per le donne migranti.

Nel nostro Paese infatti la partecipazione al mercato del lavoro dei migranti è caratterizzata da elevata segregazione orizzontale e verticale, in settori e mansioni specifici, discriminazione e de-mansionamento, fenomeno per cui l’Italia presenta i tassi più alti d’Europa.

Obiettivo del progetto è coinvolgere almeno 120 donne e uomini migranti residenti nella Provincia di Milano e territori limitrofi, che risultano disoccupati o a rischio di disoccupazione.

Il progetto costituisce una prosecuzione ed ampliamento del precedente Work Program for Integration, realizzato tra gennaio 2015 e giugno 2016 grazie al sostegno della JPMorgan Chase Foundation, che ha portato all’inserimento lavorativo o alla risoluzione dei problemi lavorativi di 97 cittadini migranti (guarda il video).